Wasserstofftankstelle

Primo distributore svizzero di idrogeno per autobus

Il carburante viene fabbricato per mezzo di un elettrolizzatore che produce idrogeno a partire da energia elettrica e acqua: con l’apporto di corrente si ottiene cioè la scomposizione dell’acqua in idrogeno e ossigeno. L’idrogeno viene quindi portato per mezzo di due compressori a una pressione minima di 410 bar, per essere poi conservato in serbatoi appositi. Dal distributore l’idrogeno viene infine erogato agli autopostali a celle combustibili in modo completamente automatico e a una pressione massima di 350 bar. All’interno del veicolo, l’idrogeno viene convertito nuovamente in energia elettrica nella cella combustibile, dove viene combinato con l’ossigeno in un processo controllato. L’idrogeno svolge quindi la funzione di accumulatore di energia.

Energia da fonti rinnovabili

Si tratta inoltre di una variante a emissione zero di CO2, poiché l’idrogeno che alimenta gli autopostali a celle combustibili è ricavato interamente da fonti rinnovabili quali idroelettrico, solare, eolico e biomassa.