Caseificio di Stein (AR)

Opere d'arte casearia da vedere, odorare e gustare

Sulle tracce dell'Appenzeller: assistete dal vivo alla produzione del formaggio Appenzeller. Scoprite con la nuova guida guidata su iPad il segreto del formaggio Appenzeller.

Consigli ed extra su questa offerta

  • Appenzeller Caseificio
      Appenzeller Caseificio Cultura/Curiosità

    In un contesto pittoresco, circondato da un primitivo paesaggio prealpino ricco di colline, nell'Appenzeller Schaukäserei avete la possibilità di scoprire le usanze tradizionali e la moderna produzione di formaggio.

  • Abbazia di San Gallo: al centro della conoscenza
      Abbazia di San Gallo: al centro della conoscenza Cultura/Curiosità

    L’abbazia di San Gallo con la maestosa chiesa conventuale barocca e la biblioteca abbaziale, nota in tutta Europa, fa parte del patrimonio mondiale UNESCO. Migliaia di manoscritti e stampe sono custodite qui, alcune in una splendida sala rococò.

  • Escursione sulla «Ganggelibrugg»
      Escursione sulla «Ganggelibrugg» Escursionismo

    Abbinate la visita di Stein AR a un'escursione sulla «Ganggelibrugg». La passerella pedonale più alta d'Europa è stata costruita nel 1937, è lunga 355 metri e attraversa la Sitter ad un'altezza di 99 metri. L'escursione conduce da Stein via Bruggli–Ganggelibrugg a San Gallo-Haggen, da dove è possibile proseguire in treno o bus.

  • Kulturspur Appenzellerland: una scoperta culturale
      Kulturspur Appenzellerland: una scoperta culturale Escursionismo

    Il percorso culturale vi porta per tre giorni nel cuore del paesaggio collinare dell’Appenzello Esterno. Scoprite lungo le 50 interessanti postazioni del sentiero la cultura, la storia, le tradizioni, il paesaggio e la popolazione dell’Appenzello.

  • Museo del folclore dell’Appenzello: l’arte contadina
      Museo del folclore dell’Appenzello: l’arte contadina Cultura/Curiosità

    Costumi tradizionali e mucche accuratamente decorate: approfondite nel Museo del folclore questi simboli dell’Appenzello. Scoprite l’artigianato di montagna, la pittura contadina dell’Appenzello e l’industria tessile e visitate le numerose mostre temporanee.